IL PIU’ GRANDE SPETTACOLO

La sera di Capodanno ho visto almeno quaranta fuochi d’artificio davanti la mia finestra,  disseminati sull’orizzonte, uno spettacolo meraviglioso, non sapevo dove guardare. Erano colorati, scintillanti, non facevo in tempo ad osservarli, che si moltiplicavano. Il giorno dopo ogni volta che mi affacciavo ce n’era ancora uno, sparso quà e là…Lo guardavo finchè non si estingueva, correndo al primo richiamo del suo fragore. Lo osservavo minuziosamente e con un piacere ancora più grande, quasi commossa. Il giorno prima la quantità mi aveva distratto dal coglierne la sorpresa e  la stupefacente bellezza.

Questo mi ha fatto riflettere  su come l’occhio sappia cogliere i particolari solo davanti ad un elemento unico e come perda i dettagli quando questi diventano tanti e si presentano contemporaneamente. Per cogliere l’unicità, il nostro cervello deve rallentare la visione, solo pochi input possono essere approfonditi, nella molteplicità le sfumature svaniscono.

Non è vero che il multitasking sia proficuo, in genere fare, pensare, dedicarsi a più cose insieme  impedisce la giusta attenzione. Molti stimoli non possono essere analizzati dal cervello, che per economia, finisce per selezionarne alcuni, a discapito di altri.

Ho racchiuso in un pensiero e in un’emozione lo stesso concetto  che vale per i rapporti umani; non possiamo dedicare le nostre cure e le  nostre attenzioni a troppe persone alla volta. Le relazioni hanno bisogno di una cura doviziosa e particolare, se contano. Non possiamo avere centinaia di amici o non possiamo essere connessi in modo autentico con tutti, perchè l’autenticità come l’intimità, richiedono devozione. I rapporti importanti si devono nutrire di un’attenzione unica e privilegiata.

E così è  stato il mio Capodanno. Come per i fuochi d’artificio.  Ho capito ancora di più che non conta dove sei, cosa fai, quale cenone o quale performance tu stia vedendo, a volte basta una finestra e  le persone che hai nel cuore, per avere  lo spettacolo più grandioso.

 

Rebecca Montagnino

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *